Skip to content
Area Riservata
Area Riservata

FICHI dolce delizia

FICHI dolce delizia

“[...] Io non capisco la gente che non ci piacciono i fichi […]”

Partiamo col dire che siamo pienamente d’accordo con Guccini e la sua spassosissima canzone dedicata a questi frutti così generosi: i fichi.

I fichi sono tra i frutti più dolci e ricchi della nostra tavola. Freschi o secchi sono perfetti “in purezza”, ma sono una grande risorsa anche per esaltare preparazioni dolci e salate. Per dirlo con le parole di Guccini “i fichi son quella cosa... pregevoli assieme al prosciutto, mangiabili in parte o del tutto, da soli o sia al pure in alcun [...]”.
Ma proviamo a conoscerli meglio.
Ricchi di tante proprietà nutrizionali, possono essere consumati freschi o secchi, praticamente tutto l’anno. Il periodo di piena maturazione dei fichi è Settembre (fino ad Ottobre), ma alcune varietà, come i “fioroni”, sono disponibili già a fine Maggio o Giugno, e, come ricorda ancora Guccini sono “mangiabili in inverno o d’estate e fino all’autunno inoltrato. [...] Ma quando è maturo e sugoso, è allora il momento del fico, che buono sicché non vi dico, o rabbia che ormai lo già detto!”.
La sua origine è in Medio Oriente e si perde nella notte dei tempi. Verde o nero, il fico è un frutto ricco di sali minerali (potassio, magnesio, calcio e ferro) e sostanze benefiche per la pelle e l’intestino. È anche tonificante e ricostituente, grazie alle tante vitamine che contiene (A, B1, B2, B3, e C) e agli zuccheri che, però, lo rendono sorvegliato speciale nelle diete ipocaloriche. Possiede poi sostanze antiossidanti, importanti proprio nel cambio stagione, il periodo della sua piena maturazione. È questo il momento in cui assaporarlo fresco, in tutta la sua succosa bontà, idratante, nutriente, dissetante, molto digeribile (per la presenza di enzimi e mucillagini) e con una importante azione lassativa. È il momento in cui il suo apporto calorico è decisamente più basso rispetto alla sua versione secca, con circa 50 kcla/100.
Qualche suggerimento per gustarli in tutta la loro golosa bontà? In primis non perdeteveli accompagnati ai salumi. Prosciutto o salame li esaltano anche in un panino, insieme ad un formaggio spalmabile. Provateli poi nel risotto, sempre con un formaggio cremoso (come un tomino), la croccantezza di un trito di nocciole e del miele, vi stupiranno! Ma anche con la carne sanno donare un contrasto davvero interessante. Insomma, eclettici come pochi altri frutti, noi ve li consigliamo caramellati con il vino rosso, e accompagnati dal formaggio... Sono davvero deliziosi! Provare per credere, magari seguendo i consigli della nostra ricetta.

_______

LA RICETTA

Fichi al vino rosso speziato e formaggio di capra

Per 2 persone

In DISPENSA
• 4 fichi neri • 500 ml di vino rosso
• 2 cucchiai di zucchero di canna
• 1 bacca di anice stellato • 2 chiodi di garofano • 1 pezzetto di stecca di cannella • cannella in polvere • formaggio di capra stagionato morbido


Preparazione
Lavate delicatamente i fichi strofinandoli con un panno umido. In una casseruola versate il vino e insaporitelo con le spezie, poi portatelo a ebollizione, aggiungete lo zucchero e, quando sarà sciolto, i fichi con la base incisa a croce. Cuocete i fichi per circa 5-8 minuti poi toglieteli dal fuoco, teneteli da parte e fate ridurre ancora di circa la metà il fondo di cottura, quindi togliete anch’esso dal fuoco e lasciate intiepidire. Servite il formaggio con i fichi caramellati, lo sciroppo di vino rosso ottenuto e cosparsi con una spolverata di cannella in polvere.

Foto © Depositphotos.com

Abbiamo tanto da condividere con te, iscriviti alla nostra newsletter!

Suggerimenti, trend, offerte, approfondimenti e molto altro: per te o per la tua farmacia.