Skip to content
Area Riservata
Area Riservata

La miglior difesa? L’intestino

La miglior difesa? L’intestino

Ruolo ed importanza della flora batterica intestinale

Un grande universo: questo è il nostro intestino, nel quale si trovano trilioni di batteri differenti che rappresentano gli “abitanti buoni” dell’intestino; purtroppo però anche qui ci sono gli abitanti cattivi (virus, protozoi, miceti). Se l’insieme di tutti gli “abitanti dell’intestino” si trova in un equilibrio bilanciato e sano (stato di eubiosi), tutto il nostro organismo ne beneficia; qualora invece si dovesse manifestare una situazione alterata (disbiosi) le conseguenze sarebbero tali da incidere anche sul sistema immunitario, di cui il 70 % risiede proprio nell’intestino. Ed infatti studi recenti hanno dimostrato che, se l’intestino si trova nello stato di disbiosi, ovvero nella condizione caratterizzata da un iper-proliferazione di ceppi batterici potenzialmente pericolosi, non solo si evidenziano problematiche gastro-intestinali ma anche alcune patologie come asma, celiachia, dermatiti, eczemi, diabete, obesità, colesterolo.

Questa è la premessa che spiega la necessità di studiare l’intestino, la sua formazione e composizione.
Le spiegazioni più accreditate, dirette ad illustrare il motivo per cui l’intestino è da considerarsi un alleato per le difese immunitarie, sono state espresse dallo studio TEDDY “Temporal development of the gut microbiome in early childhood from the TEDDY study” pubblicato su Nature nel 2018.
I ricercatori hanno analizzato un totale di 12.500 campioni di feci di 903 bambini, di età compresa tra 3 e 46 mesi, provenienti da 3 paesi europei (Germania, Svezia e Finlandia) e 3 stati degli Stati Uniti (Colorado, Georgia e Washington): i risultati hanno dimostrato che la composizione del microbiota intestinale cambia nel tempo, raggiungendo gran parte del suo sviluppo e della sua composizione entro i primi 3 anni di vita:

> Fase di sviluppo (3-14 mesi di età), è stato dimostrato che la nascita vaginale, la flora eubiotica della madre e l’allattamento materno, condizionano l’instaurarsi di una flora microbica nel bambino che lo condizionerà per tutta la vita in quanto, una parte di questa flora, non cambierà mai. Quindi è fondamentale il primo anno di vita: una buona colonizzazione batterica permetterà il formarsi di un efficiente sistema immunitario, in grado di limitare l’insorgere di malattie come asma, dermatite atopica, malattie croniche infiammatorie, malattie infiammatorie intestinali.

> Fase di transizione (15-30 mesi), con l’inizio dello svezzamento e la conseguente introduzione dei cibi si è osservato un aumento significativo di 110 specie batteriche , principalmente appartenenti al phylum Firmicutes.

> Fase stabile (31-46 mesi), dopo lo svezzamento, la flora batterica subisce nuovi cambiamenti, da cui deriva la crescita di batteri in grado di trattare una più ampia varietà di carboidrati, di sintetizzare vitamine e degradare gli xenobiotici. Infine, all’età di circa 3 anni si costituisce un microbiota intestinale simile a quello adulto.

Inoltre sono stati evidenziati anche altri fattori in grado di determinare differenze nel microbiota intestinale della prima infanzia:

• bambini che vivono con fratelli e animali domestici hanno mostrato un aumento dei tassi di maturazione del microbiota;

• bambini analizzati (bianchi, non ispanici e ad alto rischio genetico per il diabete di tipo 1) hanno evidenziato livelli più alti di Streptococcus e Lactococcus nel loro intestino rispetto agli individui sani.

In sintesi, lo studio mostra che il primo anno di vita è cruciale per lo sviluppo del microbiota intestinale e l’allattamento al seno è il principale fattore a influenzare la composizione del microbiota.

Quindi si può affermare che l’intestino, sin dalla nascita, è da considerare “un importante alleato” per la nostra salute. Il suo equilibrio va tutelato e garantito nel corso del tempo, attraverso un corretto stile di vita che deve quindi prescindere da fumo, alcol e dall’abuso di farmaci, soprattutto antibiotici (quando non sono stati prescritti dal medico).
Inoltre per favorire l’equilibrio intestinale, è consigliato assumere:

• una buona quantità di fibre solubili (contenute in legumi, mele, avena e carote), è un ottimo modo per “dare da mangiare” ai nostri batteri intestinali;

• integratori a base di probiotici: i Bifidobatteri e i Lattobacilli per la regolarizzazione del pH intestinale ed il miglioramento della qualità della flora batterica.

• integratori a base di butirrato di sodio: l’acido butirrico è una delle molecole di particolare importanza nell’intestino umano in quanto coinvolto nei processi di regolazione dell’infiammazione, della risposta immunitaria, della corretta ricolonizzazione in seguito a episodi di disbiosi.

Foto © Depositphotos.com

_______

MICROACT
Integratore alimentare naturalmente privo di lattosio e senza glutine con edulcorante contenente Saccharomyces Cerevisiae var. Boulardii, Lactobacillus Acidophilus e Lactiplantibacillus Plantarum.
•Le capsule si possono aprire e la polvere si può sciogliere in bocca, al gusto di frutti di bosco.
• Modo D’uso: si consiglia di assumere da 1 a 4 capsule al giorno, preferibilmente appena prima dei pasti
__

MultiBi Compresse
Integratore alimentare Complesso multivitaminico ad alto dosaggio con Vit. B1 | B2 | B3 | B5 | B6 | B12 |Vit. H | PABA | insositolo | acido folico
• Utile in caso di aumentato fabbisogno giornaliero completo di 10 vitamine.
• La riboflavina (VIT. B2), contribuisce alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo e, con le VITAMINE B6, B12, acido pantotenico (VIT. B5) e niacina (VIT. B3), alla riduzione della stanchezza ed affaticamento. Le VITAMINE B6 e B12 contribuiscono alla funzione del sistema immunitario
__

MultiBi Soluzione
Le VITAMINE Tiamina (VIT.B1), Riboflavina (VIT. B2), Niacina (VIT. B3), B6 e B12 contribuiscono al normale funzionamento del sistema nervoso e, con l’Acido Pantotenico (VIT.B5), al normale metabolismo energetico. La Riboflavina (VIT. B2), contribuisce alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo e, con le VITAMINE Niacina (VIT. B3), Acido Pantotenico (VIT.B5), B6 e B12, alla riduzione della stanchezza ed affaticamento. Le VITAMINE B6 e B12 contribuiscono alla funzione del sistema immunitario. Fieno Greco e Carota favoriscono una funzione digestiva.
• Basso contenuto di zuccheri
• 8 vitamine + estratti vegetali nutrienti e digestivi
• Bambini di 3anni | 5-12 anni | >12 anni
__

Probiobimbo Plus gocce
Integratore alimentare a base di fermenti lattici vivi e vitamine Lactobacillus Reuteri, Lactobacillus Rhamnosus, Vitamina D e Vitamina E sospesi in emulsionante insapore e inodore. Adatto fin dalla nascita (0 anni +) senza zucchero, senza conservanti, senza glutine, senza lattosio.
• I lattobacilli contenuti contribuiscono al supporto della flora intestinale.
• La vitamina D contribuisce alla normale funzione del sistema immunitario ed è necessaria per la normale crescita e sviluppo delle ossa nei bambini

*farmacie Club Salute aderenti all’iniziativa su > clubsalute.it

TROVA LA FARMACIA PIU' VICINA


Foto © Club Salute

Abbiamo tanto da condividere con te, iscriviti alla nostra newsletter!

Suggerimenti, trend, offerte, approfondimenti e molto altro: per te o per la tua farmacia.